HIVforum.info

HIV e AIDS INFO e aiuto sulla sieropositività: si discute di HIV e AIDS, dei problemi della sieropositività, di farmaci e ricerca scientifica.
               
                   Facebook                   Twitter                
            
Oggi è venerdì 19 gennaio 2018, 12:20

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 11 gennaio 2018, 23:58 
Non connesso

Iscritto il: sabato 26 luglio 2014, 10:04
Messaggi: 29
Salve a tutti,
dopo diverso tempo rieccomi a scrivere qui.

Questa volta la situazione è un po' diversa e spero le mie paure siano solo mentali e non abbiano un seguito.
Scrivo qui non per avere conforto, quanto piuttosto per avere opinioni più o meno oggettive da chi ne sa sicuramente più di me.

Vi spiego, il 2017 è stato per me un anno di "rinascita". Dopo anni d'astinenza ho ripreso ad avere rapporti... orali.
Fin qui tutto normale.
Ad Agosto però, dopo un incontro abbastanza "duro", ho avuto nuovamente le MIE famosissime placche(associate a tanti altri sintomi parainfluenzali che avevo anche nei giorni precedenti) che ho curato con una serie di farmaci, tra cui anche iniezioni di Ceftriaxone(rocefin). Ad ogni modo a Settembre, dopo circa un mesetto dal rapporto orale non protetto, ho fatto il test che è risultato negativo. Bene.

Arriviamo a dicembre. L'influenza stagionale(che colpisce le vie aeree) ha beccato anche me. Mi curo ottenendo zero risultati... nel frattempo ho altre due rapporti con altri due sconosciuti.
L'ultimo di questi il 2 Gennaio dove noto abbondante secrezione sul glande ancor prima di iniziare... non me ne preoccupo, con la convinzione sia liquido preseminale. Praticamente con questo sconosciuto le cose vanno diversamente... c'è una penetrazione prima con dita(che solo a fine serata ho scoperto avermi causato perdite di sangue), poi col pene, senza preservativo(in poche parole l'ho ricevuto io...). Roba di secondi, forse un minuto o massimo due... non di più.
Continuo col rapporto orale ed evito alla fine il contatto con lo sperma(ovviamente sono io che prendo, non so come spiegarmi).
Dopo qualche giorno compaiono delle prime placche, per poi riempirmi in abbondanza nei giorni a venire. Ho scariche di diarrea(o quasi.. almeno ora le feci sembrano essersi un pochino solidificate) e mi accorgo che le feci hanno un odore molto molto forte. Diverso dal normale, come anche la consistenza delle feci.
Bene, vado dal dottore e mi prescrive un ciclo di 6 Ceftriaxone(Rocefin) per curare le placche. Ad oggi però, nonostante sia già alla terza iniezione, le placche non accennano a diminuire. Cosa strana perchè, le altre volte, già dopo la prima e la seconda iniezione c'erano notevoli segni di miglioramento.
Tra i vari sintomi comunque ho un dolore al petto, sia quando tossisco, sia quando tocco le costole. Da radiografia non risulta nulla, se non una possibile compressione cardiaca secondaria causata da un problema osseo genetico che ho. Ad ogni modo questi dolori al petto sono comparsi in concomitanza alle placche ed alle feci strane.

Ora, premettendo che voi non siete medici e premettendo il fatto che non potrei comunque effettuare ora il test(e premettendo anche che sono una emerita testa di c...avolo perchè ho avuto incoscientemente una penetrazione non protetta da un perfetto sconosciuto), secondo voi, non essendoci stata eiaculazione e, nella remota possibilità il soggetto avesse avuto una carica virale elevatissima tale per cui io mi sia infettato, è possibile che i sintomi compaiano già dopo due giorni?
Con i precedenti il rapporto si è limitato solo all'orale da parte mia...

Scusate se ogni volta vi assillo con le mie inutili ansie.
Approfitto per augurarvi buon anno.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 1:44 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 30 novembre 2017, 19:19
Messaggi: 35
Due giorni sono troppo pochi, per una sierocoversione occorrono circa tre settimane. Però ricorda che a forza di fare cazzate prima o poi la fortuna potrebbe abbandonarti. Saluti.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 8:27 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 11:54
Messaggi: 100
Ciao

Visto che non è la prima volta che saprai bene i rischi da te corsi e quando fare il test.
Come hai detto tu, non possiamo fare valutazioni sul tuo stato, l’unica cosa che conta è fare il test, uno a 30gg e l’altro a 6 settimane.
Ha ragione Marco nel dire che due gg sono pochi x un’eventuale sieroconversione.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 9:28 
Non connesso

Iscritto il: sabato 26 luglio 2014, 10:04
Messaggi: 29
In realtà per quanto sembri strano, questa è la prima volta in cui ho fatto una cavolata simile e di tale calibro. Quindi i rischi reali non li conosco. Le volte precedenti mi ero limitato a del semplice sesso orale, ma essendo ipocondriaco poi ho pensato subito al peggio. Questa volta sono maggiormente preoccupato, molto, davvero. Stamattina la prima cosa che ho fatto è stata andare a controllarmi allo specchio e le placche sono ancora lì. Inizio seriamente ad essere preoccupato. Non so cosa fare, sono paralizzato dal dolore e non so dare risposte Alle mie domande. E se avessi contratto il virus per una "cazzata" simile? Non ho neanche mai fatto sesso completo, salvo questa volta in cui c'è stata una penetrazione ma credo neanche totale.
Sono sconfortato. Non riesco a pensare ad altre cause. La batterica (che è la più comune) a questo punto credo sia da escludere. La fungina? La virale? Stando a ciò che mi dite coi tempi Di sieroconversione non ci siamo, essendo passati pochi giorni. Quindi eventualmente tornerei catapultato al rapporto orale di Agosto... Ma ad un mese dal rapporto l'esito del test era negativo. Sarebbe eventuale possibile un cambio ed una positivizzazione successiva?
Mi trovo in un tunnel e non riesco ad essere obettivo vedo tutto nero. In realtà, forse, non è vero che non ho bisogno di conforto. Non sarei qui altrimenti. E queste parole non mi aiutano. Anzi, per una persona sensibile come me sono come dei pugni nello stomaco.
Scusate per questo melodramma


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 9:50 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 11:54
Messaggi: 100
I test vanno fatti a 30 e 42gg.
Se li si fa prima (come sta succedendo a te) si corre il rischio di non sentirsi psicologicamente tranquilli e soprattutto non si ha un esito definitivo.
Non stare ad impazzire per i sintomi, aspetta 30gg DALL’ULTIMO evento a rischio e fai il test
Non c’è molto da aggiungere.
Non stare a ragionare sulla motivazione di eventuali noie fisiche altrimenti colleghi tutto ad hiv
Ed è un errore, perché hiv non ha sintomi specifici .


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 14:16 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 dicembre 2013, 19:58
Messaggi: 2956
Marcobor ha scritto:
Due giorni sono troppo pochi, per una sierocoversione occorrono circa tre settimane.
No, possono anche trascorrere solo dieci giorni dal rapporto a rischio. Più frequentemente, i sintomi si presentano da due a tre settimane dopo il rapporto a rischio.
Di sicuro, i sintomi che si presentano entro una settimana da un rapporto a rischio, non hanno niente a che fare col virus.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

_________________
 
La verità non esiste e la vita come la immaginiamo di solito è una rete arbitraria e artificiale di illusioni da cui ci lasciamo circondare.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 14:20 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 dicembre 2013, 19:58
Messaggi: 2956
Nick belane ha scritto:
I test vanno fatti a 30 e 42gg.
Secondo me un test di IV generazione andrebbe fatto dopo 3 settimane (per diagnosticare una eventuale infezione recentissima, che nella stragrande maggioranza dei casi farebbe già risultare positivo il test) e dopo 6 settimane per poter contare su un esito negativo definitivo.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

_________________
 
La verità non esiste e la vita come la immaginiamo di solito è una rete arbitraria e artificiale di illusioni da cui ci lasciamo circondare.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 14:24 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 dicembre 2013, 19:58
Messaggi: 2956
ansiosoparanoico ha scritto:
coi tempi Di sieroconversione non ci siamo, essendo passati pochi giorni. Quindi eventualmente tornerei catapultato al rapporto orale di Agosto... Ma ad un mese dal rapporto l'esito del test era negativo. Sarebbe eventuale possibile un cambio ed una positivizzazione successiva?
Mi trovo in un tunnel e non riesco ad essere obettivo vedo tutto nero. In realtà, forse, non è vero che non ho bisogno di conforto. Non sarei qui altrimenti. E queste parole non mi aiutano. Anzi, per una persona sensibile come me sono come dei pugni nello stomaco.
Scusate per questo melodramma
Io credo che nessuno dei tuoi sintomi sia riconducibile a HIV. Viste le tempistiche. Però nel rapporto anale passivo il rischio lo hai corso e dovrai quindi fare un test.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

_________________
 
La verità non esiste e la vita come la immaginiamo di solito è una rete arbitraria e artificiale di illusioni da cui ci lasciamo circondare.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 12 gennaio 2018, 21:36 
Non connesso

Iscritto il: sabato 26 luglio 2014, 10:04
Messaggi: 29
Grazie Nick belane e rospino per aver perso due minuti nel rispondermi.
Vi sembrerà assurdo, ma dopo le vostre risposte mi sento un po' più tranquillo e sereno. Ora devo solo aspettare il prossimo mese per poter effettuare il test.

Ad ogni modo inizio a pensare di essermi beccato altro, non so... qualche fungo o altra mst, non saprei.
Qualche ora fa ho impregnato un cotton fioc di acqua ossigenata e sono andato a cercare di togliere alcune placche... si presentano come desquamazioni in realtà, non so che pensare.
Nella mia mente alterno continuamente patologie che vanno da un'infezione fungina all'hiv al cancro...
Lunedì torno dal dottore(avrò finito il mio ciclo di iniezioni) e vediamo il da farsi. Di certo bisogna approfondire; non è normale che neanche il Ceftriaxone faccia effetto.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010