HIVforum.info

dal 2007 informazione scientifica e community, HIV e AIDS INFO e aiuto sulla sieropositività: si discute di HIV e AIDS, problemi della sieropositività, farmaci e ricerca scientifica.
               
                   Facebook                   Twitter                
            
Oggi è lunedì 17 dicembre 2018, 11:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 674 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 62, 63, 64, 65, 66, 67, 68  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: giovedì 14 dicembre 2017, 8:10 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6396
uffa2 ha scritto:
Ma come sono sorpreso, ma come sono stupito!
Nonostante ogni manovra dei poteri forti e della Ka$ta, il merito è riuscito ad affermarsi e il comparto vaccinaro pontino potrà, finalmente, coronare con la gloria eterna due decenni di indefessa ricerca per il bene dell'umanità.
evviva!

Contro ogni previsione. Contro ogni opposizione dei Poteri Forti.
Per festeggiare la bellissima sorpresa, destinata a riportare la ricerca italiana pontina su HIV/AIDS agli stessi vertici raggiunti ai tempi in cui le vacche erano grasse e non magre come orsi polari, penso ci voglia proprio questo video:



Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: venerdì 29 dicembre 2017, 7:18 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6396
Dora ha scritto:
Una cosa, però, non riesco proprio a capirla: come mai la Dr Ensoli in questo momento non è a Miami per spiegare la sua strategia al Gotha mondiale della ricerca di una cura?
Si sta forse contemporaneamente tenendo un congresso OMICS, cui la cheerleader della vaccinologia-in-disarmo non poteva assolutamente mancare?


Immagine

ARTICOLO SCIENTIFICO O DEPLIANT TURISTICO? La nuova vita del vaccino anti-Tat in Sud Africa


Il CROI comincia il 4 marzo, gli abstract si potevano mandare solo entro il 27 settembre - avremo il piacere di vedere la Dr Ensoli a Boston, a sottoporre finalmente le sue strategie di cura al vaglio di una comunità scientifica più qualificata di quella che normalmente partecipa ai congressi di OMICS International?

Sia quel che dovrà essere, vedo con soddisfazione che non sono soltanto io a chiedermi come mai la Dr Ensoli non si sia non dico semplicemente recata, ma PRE-CI-PI-TA-TA al workshop di Miami a confrontarsi con i suoi pari, quel nutrito manipolo di grandi scienziati che si sono riuniti in Florida a metà dicembre per discutere del nuovo campo di interesse del Direttore del Centro Nazionale AIDS.
A conclusione della bella e completa relazione che il Prof Guido Poli ha dedicato al congresso e pubblicato ieri su Scienzainrete - HIV: eradicare o controllare? - possiamo infatti leggere un'analoga perplessità:


    In Italia il ministero dimentica la ricerca su HIV

    Nel frattempo in Italia sono usciti i risultati della Ricerca Finalizzata finanziata dal Ministero della Salute dopo un anno e mezzo dalla sottomissione dei progetti di durata triennale. Confermando, anzi peggiorando, un trend degli ultimi anni (vedi questo articolo e articoli precedenti dell’autore sul tema), sono stati finanziati solo 3 progetti di ricerca su HIV per poco più di un milione di euro (per approfondire leggi qui [*]). Tra questi un progetto dell’ISS sul ruolo della proteina Tat nella costituzione e mantenimento del reservoir virale e uno dedicato al potenziamento della risposta immunitaria in funzione della “Functional Cure”. Peccato che a Miami non vi fosse nessuno a presentare questi studi. Non ci resta che aspettare il prossimo Workshop nel 2019.

[*] Grazie! - Al momento, altri approfondimenti da condividere sul modo assai bizzarro in cui sono stati allocati i fondi della Ricerca Finalizzata, non ne ho. Quello che però posso dire è che ho appena letto l'ultima fatica scientifica letteraria della Dr Ensoli (più tutta intera la famiglia, compreso Giovanni Cozzone, che come affiliazione dà VAXXIT e forse qualche problemino con la "Declaration of interest" potrebbe averlo - manca solo il cuggino del cuggino). Uscita su Expert Review of Vaccines, s'intitola cART intensification by the HIV-1 Tat B clade vaccine: progress to phase III efficacy studies.

L'impressione - assai netta - è che, più che di un articolo scientifico, si tratti di un depliant pubblicitario - una via di mezzo fra una relazioncina sugli straordinari successi ottenuti dal vaccino anti-Tat nella sua veste terapeutica, volta evidentemente ad ingolosire degli investitori, e una brochure turistica sulle attrattive di una vacanza-studio in Sud Africa.
Tralasciamo le molte parole e le tinte assai rosee profuse per raccontare la storia del vaccino e della sua fantasmagorica efficacia in termini di recupero immunitario e di diminuzione del reservoir provirale e andiamo al sodo: si stanno preparando tre diverse sperimentazioni di fase II/III in Sud Africa, che dovranno portare alla approvazione e commercializzazione dell'anti-Tat prima in Sud Africa, poi nel resto del mondo, Europa e Italia comprese.

     
    Un trial - di fase III, randomizzato, in doppio cieco e con placebo - sarà per adulti con viremia soppressa, ma immunologic non/poor responders (CD4 ≤500/μL) e consisterà in un'intensificazione di regimi standard di ART con il vaccino al fine di vedere se questo migliora il recupero dei CD4.
    Il secondo trial - di fase IIb/III, randomizzato, in doppio cieco e con placebo - indagherà l'efficacia del vaccino nel favorire la ripresa immunitaria e l'abbattimento della viremia di adulti diagnosticati positivi ed entrati in terapia antiretrovirale da 3 mesi.
    Il terzo, infine - randomizzato, in doppio cieco e con placebo, con dosaggio a scalare e di fase I/II - valuterà sicurezza e immunogenicità del vaccino in bambini e adolescenti (<18 anni) in terapia.
     

Non sono previste interruzioni terapeutiche, perché l'idea è di considerare il vaccino anti-Tat una intensificazione della ART. Tuttavia, la famiglia Ensoli dimostra di possedere una visione amplissima: ritiene, infatti, che l'immunizzazione terapeutica con il proprio vaccino possa "I) migliorare gli effetti di una ridotta aderenza alla cART, prevenendo la selezione (e la trasmissione) di varianti virali resistenti ai farmaci, II) permettere una semplificazione del trattamento antiretrovirale, III) permettere lunghi intervalli liberi dai farmaci, IV) promuovere la riduzione delle dimensioni dei reservoir virali".
Il tutto grazie a un modello di intervento a due fasi che - seguendo una moda ormai consolidata nella ricerca di una cura, partita da "shock and kill", passata per "kick and kill" e approdata di recente a "block and lock" - viene oggi definito di "reset and restart" immunologico e ci verrà spiegato nei dettagli in futuri articoli scientifici.

Le prospettive a 5 anni dell'epidemia nell'Africa sub-sahariana sono terribili, invece quelle che si apriranno grazie al vaccino anti-Tat sono FA-VO-LO-SE:

    Vaccination with Tat is expected to intensify cART efficacy by reducing the rate of treatment failure, AIDS and non-AIDS co-morbidities, mitigating the negative effects of low therapy adherence, thus improving health, while reducing the overall economic burden of AIDS care (in SA, USD 200 for each hospital admission saved) [78]. The overall benefit to patients and governments will be further enhanced if therapy simplification regimens are adopted in conjunction with Tat vaccination. In fact, the outcomes promise not only to deliver a novel intensified Tat/cART co-treatment with lower rates of treatment failure, but also opens concrete perspectives for cART simplification, functional cure regimens and, possibly, administration to patients naïve to cART. If effective in counteracting the negative effects of low adherence, Tat vaccination may lead to new treatment guidelines capable of reducing second-line treatments and allow use of the saved
    resources to provide a wider access to therapy at the regional level. Therefore, intensified Tat/cART co-treatment will contribute to improved disease management and reduction of the HIV economic burden on PH.
    Both adult and pediatric clinical studies with the Tat vaccine will be conducted in SA, the country with the largest HIV epidemics in the world and at the forefront in the international fight against HIV. In fact, the HIV-1 infected pediatric population in Africa faces life-long therapy of more than 50 years on average (2.6 million in 2015, less than 1/3 receiving cART). Thus, it is extremely important to extend vaccine eligibility to these age groups. Successful completion of the pediatric trials will permit to conduct efficacy studies for registration, thus allowing provision of therapeutic vaccination coverage to virtually the whole HIV-1 infected population in SA.

Poi, da lì, si andrà alla conquista del resto del mondo.

In Sud Africa tutti sono felici e contenti e non vedono l'ora di iniziare:

    The evaluation of the Tat vaccine efficacy data and clinical trial plans in SA was entrusted to two independent bodies: a Panel of Experts convened by National department of Health (NDOH, 2014); and an Evaluation Workshop convened by the United Nations Industrial development Organization (UNIDO, 2015). Both bodies advocated conduct of phase III studies for vaccine registration in SA, and the reach-out for the needed funding to international donors. To this end a public-private partnership, the Tat Vaccine Partnership (TVP), has been established. In particular, based on the above achievements, SA and Italian stakeholders (CNAIDS/ISS, NDOH, SA Medical Research Council, SAMRC) embraced with private partners (Vaxxit, Diatheva, TCD-Global, Kiara Health), in the TVP. TVP is coordinated by the SAMRC and its mission is to contribute to achieving EDCTP2 work plan and UNAIDS goals [Sustainable Development Goals 3: Ensure healthy lives and promote well-being for all at all ages; UNAIDS 90-90-90: end the HIV/AIDS epidemics by 2030] through completion of the clinical experimentation and registration of the Tat vaccine for improved therapeutic interventions against HIV/AIDS.
    To this aim, the TVP reaches out to international organizations and private funders for the resources needed to register thet Tat vaccine for use in adults, children and adolescents.


Cari sudafricani, preparatevi al peggio!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: mercoledì 7 febbraio 2018, 17:13 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6396
CHI DI OMICS COLPISCE, DI OMICS PERISCE

Chi l'avrebbe mai detto che OMICS International potesse cadere ancora più in basso?
Dopo la performance della cheerleader della tat-tologia italiana (che dico italiana? mondiale!!), mai avrei immaginato che un editore tanto blasonato potesse umiliarsi al punto di pubblicare Fabio Franchi. Giuro, mai!

E invece è successo e la realtà è ancora più ironica di quanto chiunque potrebbe immaginare. Infatti il nonno dei negazionisti italiani dell'AIDS, che da quando è stato collocato a riposo dall'Azienda Ospedaliera Universitaria di Trieste e fatto discretamente allontanare dall'Ordine dei Medici si agita come un masaniello impazzito nel mondo dei no-vax, usando come affiliazione la Società Scientifica per il Principio di Precauzione, pubblica sul Journal of Vaccines & Vaccination, un rigurgito di OMICS International, Flu: An Epidemic of Misconceptions.
Co-autore di Franchi è niente di meno che il professor Livio Giuliani, suo sodale in tante battaglie contro i vaccini e noto per aver collaborato con Montagnier in una delle sue tante fallimentari imprese pseudoscientifiche (graziosamente avallata dal nostro ministro della salute, BTW).
E il vero destinatario dell'ultima fatica di Franchi e Giuliani non è altri che lui, il presidente dell'ISS, che viene più volte bastonato nel corso dell'articolo, mettendolo anche in contrapposizione a Gianni Rezza, altro pezzo grosso dell'Istituto in conversazione amorevole con Gioia Locati [*], e cui va il devoto pensiero del negazionista che non si vuole riposare:

Immagine

Tout se tient, insomma, sotto la grande ala di OMICS, e in un modo o in un altro l'Istituto Superiore di Sanità ne risulta sempre coinvolto. Ad maiorem gloriam, naturalmente.

Io me la vedo, la Dr Ensoli, schiumare di rabbia per essersi trovata a dover contendere con Franchi il ruolo di beniamina di OMICS. Spero avrà modo di pubblicare al più presto presso questo prestigioso editore il risultato della sua ricerca sulla proteina Tat e il reservoir di HIV. :lol:

Immagine



[*] Dove si vede non solo che OMICS pubblica la traduzione di un post già pubblicato a maggio scorso in italiano su - ehm - Informasalus come fosse un articolo scientifico, ma addirittura accetta come referenza di un articolo "scientifico" il blog di Gioia Locati
:roll:

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 7:59 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6396
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


IL KARMA DELL'ISS IN CADUTA LIBERA, ORMAI BEN AL DI SOTTO DELLA FOSSA DELLE MARIANNE

Racconta Retraction Watch - e spero che qualche giornalista italiano dalla schiena dritta colga al volo l'interesse grottesco della storia - che all'ISS stavano cercando degli esperti di staminali in terapie cardiovascolari e diabete. Non trovando nessuno adatto al ruolo fra le forze interne, a ottobre hanno pubblicato sul loro sito due avvisi di selezione e a gennaio valutato i CV dei candidati.
Chi ha vinto la selezione "con giudizio di eccellenza" stabilito all'unanimità dalla commissione giudicatrice composta dai vertici dell'ISS e attende ora il conferimento dell'incarico? Ma naturalmente due ricercatori - Piero Anversa e Annarosa Leri - che

    - hanno già subito una ritrattazione e ben 8 correzioni dei loro articoli;
    - sono stati obbligati nel 2014 a lasciare la Harvard University a seguito di un'indagine per cattiva condotta [scientifica];
    - hanno fatto causa a Harvard e al Brigham & Women’s Hospital, sostenendo che rendendo pubblica l'indagine avevano danneggiato la loro reputazione, ma
    - hanno perso la causa e l'ospedale ha dovuto pagare 10 milioni di dollari al governo americano, perché Anversa, Leri e un terzo collega avevano fatto uscire dai loro laboratori dati basati su informazioni false e manipolate.

A Retraction Watch aggiungono che nel 2015 Aversa e Leri hanno lavorato in Svizzera, presso il Cardiocentro Ticino, che è associato all'Università di Zurigo e il cui indirizzo email oggi risulta disattivato.

Il presidente dell'ISS, prof Ricciardi, contattato da Retraction Watch, cincischia.

Sempre più giù, sempre più giù, verso l'eccellenza.

ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 9:36 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6396
Dora ha scritto:
e spero che qualche giornalista italiano dalla schiena dritta colga al volo l'interesse grottesco della storia

Ecco qui, almeno una c'è: Eccellenza in che cosa?

La parte che mi piace di più è:

    Forse qualcuno dovrebbe insegnare come si usa un motore di ricerca al presidente dell'ISS, agli altri consiglieri di amministrazione e ai membri della Commissione esaminatrice.

Poiché l'Oca Sapiens scrive:

    Se conoscete ricercatori dell'ISS, avvisateli.

E qualche ricercatore dell'ISS che passa di qui c'è, tanto le dovevo.

Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 11:06 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 5487
Sai Dora una cosa?
Io licenzierei in tronco la Commissione esaminatrice, composta dai dirigenti dell'ISS dott. Biffoni, Giampaoli e Gabbianelli, che, come scrive Sylvie Coyaud nel suo blog “il 9 e il 12 gennaio, aveva infatti identificato [in ciascuno] il candidato vincitore della selezione con giudizio d'eccellenza”.
Vedi Dora, che i due ricercatori stessero cercando una baia sicura dove riposarsi dopo le sberle prese negli Stati Uniti è comprensibile, che i Commissari si siano fatti sfuggire otto (otto, cazzo!) articoli ritirati o corretti NO.
I casi sono UNO: la stimata Commissione ha guardato i CV e NON li ha controllati, non si è scaricata gli articoli e non ci ha dato una scorsa, tutto qui. I candidati sono stati valutati contando le righe dei CV, la beltà della loro impaginazione, il sorriso in fotografia, qualunque cosa ma non la loro storia professionale.
Non c’è altra possibilità l’alternativa non è ammissibile, perché vorrebbe dire che il trio sapeva e s’è prestato, e non ci credo, non ci voglio credere anche se sarebbe stato “preferibile”, perché un delinquente è dal mio punto di vista una persona più seria di un superficiale.
Io non sono affatto convinto che altrove le persone siano meglio, il marcio sia meno, la virtù più estesa, il fatto è però che al “Harvard and Brigham & Women’s Hospital” almeno sono saltate delle teste (in primis quelle dei due ricercatori), mentre all’ISS ogni cialtronata passa sottotraccia, come se si trattasse dell’errore veniale d’un bambino che fa troppo rumore quando gioca a pallone, ed è questo che mi dà veramente sui nervi…

_________________
HIVforum ha bisogno anche di te!
se vuoi offrire le tue conoscenze tecniche o linguistiche (c'è tanto da tradurre) o sostenere i costi per mantenere e sviluppare HIVforum, contatta con un PM stealthy e uffa2, oppure scrivi a staff@hivforum.info


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 11:28 
Non connesso

Iscritto il: giovedì 19 dicembre 2013, 19:58
Messaggi: 3703
Orrori all’italiana...


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

_________________
 
La verità non esiste e la vita come la immaginiamo di solito è una rete arbitraria e artificiale di illusioni da cui ci lasciamo circondare.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 13:03 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6396
uffa2 ha scritto:
Io licenzierei in tronco la Commissione esaminatrice, composta dai dirigenti dell'ISS dott. Biffoni, Giampaoli e Gabbianelli, che, come scrive Sylvie Coyaud nel suo blog “il 9 e il 12 gennaio, aveva infatti identificato [in ciascuno] il candidato vincitore della selezione con giudizio d'eccellenza”.

Ma no! Vedi che continui a non capire? All'ISS si premia l'eccellenza, quindi si conferma alla direzione del Centro Nazionale AIDS una che in 20 anni non ha prodotto una cippa, ma in compenso si è intortata per bene l'opinione pubblica e si è divorata quasi tutti i finanziamenti pubblici per la ricerca su HIV/AIDS; si permette alla trignarola di andare a spacciare le drupe come anti-neoplastico presentandosi sempre come dipendente degli NIH italiani; si chiude un occhio sull'Alka Water e si cacciano a pedate nel sedere i giovani ricercatori con i CV più brillanti in modo che l'università di Heidelberg possa beneficiare del loro talento senza neppure dire grazie.
Questa è l'eccellenza secondo il professor Ricciardi e i dott. Biffoni, Giampaoli e Gabbianelli, invece di finire esposti al pubblico ludibrio, saranno probabilmente premiati per l'oculatezza della loro scelta.
E direi che - come cittadini e contribuenti italiani - abbiamo esattamente l'ISS che ci meritiamo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: venerdì 16 marzo 2018, 16:53 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 5487
per eccellere, eccellono, non ti dico in che cosa...

_________________
HIVforum ha bisogno anche di te!
se vuoi offrire le tue conoscenze tecniche o linguistiche (c'è tanto da tradurre) o sostenere i costi per mantenere e sviluppare HIVforum, contatta con un PM stealthy e uffa2, oppure scrivi a staff@hivforum.info


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Vaccino Ensoli
MessaggioInviato: sabato 17 marzo 2018, 16:59 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6396
Volevo dare un'occhiata agli eccellenti CV di Pietro Anversa e Annarosa Leri, ma sono incappata subito nella pagina di Wikipedia dedicata al primo e ho scoperto due cose:

    - che se la deve essere scritta lui medesimo o che comunque, chi l'ha aperta, non l'ha poi mai aggiornata, perché non vi si racconta nulla delle imbarazzanti svolte che la sua carriera ha avuto negli ultimi anni (i Dr Biffoni, Giampaoli e Gabbianelli forse hanno letto solo Wiki?);
    - che il Dr Anversa ha 80 anni! Ottanta.

Avanti giovani!


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 674 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 62, 63, 64, 65, 66, 67, 68  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010