HIVforum.info

HIV e AIDS INFO e aiuto sulla sieropositività: si discute di HIV e AIDS, dei problemi della sieropositività, di farmaci e ricerca scientifica.
               
                   Facebook                   Twitter                
            
Oggi è domenica 19 agosto 2018, 2:38

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: giovedì 5 maggio 2016, 6:47 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6306
Immagine


PROMUOVERE ASTINENZA E FEDELTÀ NON SERVE A PREVENIRE L’INFEZIONE DA HIV


Ve lo ricordate - sì? - quando papa Wojtyla da metà anni '80 del secolo scorso andava nei Paesi dell'Africa in cui l'epidemia di AIDS (allora si chiamava così) era dilagante e diceva che l'uso del condom era peccato?
L'infezione era un immane flagello, si sapeva che si trasmetteva per via sessuale, e il capo della Chiesa Cattolica andava nei luoghi dove l'infezione mieteva più vittime a predicare l'astinenza prima del matrimonio e la fedeltà coniugale.
Lo faceva naturalmente non perché fosse un pazzo omicida (benché ci fosse chi lo pensava - un articolo del Guardian nel 2005 fu esplicito al riguardo), ma perché questo era l'insegnamento della religione della quale era il capo e la guida.
Era la versione moderna del crescete e moltiplicatevi.

Immagine

Non era il solo Karol Wojtyla a pensare che l'astinenza e la fedeltà fossero la via per abbattere i contagi e che quindi si dovesse lavorare sui comportamenti delle pecore del gregge.
Questa infatti era una posizione condivisa dagli esponenti di altre varianti del cristianesimo e anche dal governo degli Stati Uniti. Una posizione che era esclusivamente ideologica, che giunse perfino a propagandare l'aberrante disinformazione sull'inefficacia dei condom nel prevenire l'infezione che ancora oggi si trova pubblicata in Rete, e che è all'origine della politica di PEPFAR - the United States President's Emergency Plan For AIDS Relief.

Dal 2004, presidente George W Bush, dietro pressione dei gruppi religiosi conservatori, il governo degli Stati Uniti ha investito 1,4 miliardi di dollari in programmi di prevenzione dell'infezione da HIV che promuovono la castità prima del matrimonio e la fedeltà matrimoniale e l'ha fatto seguendo lo slogan


    ABC - Abstinence, Be faithful, Condomize

dove la C però, il condom, viene solo al terzo posto e la gerarchia alfabetica riflette la gerarchia delle priorità e dei valori: l'obiettivo dei programmi finanziati da PEPFAR è quello di incoraggiare uomini e donne a limitare il numero dei loro partner sessuali e a ritardare il momento della loro prima esperienza sessuale. Una ricaduta positiva di queste iniziative dovrebbe essere anche quella di limitare il numero delle gravidanze nelle ragazzine.

Immagine

Così l'Africa si è riempita di cartelli e di scritte - il modo più economico per rafforzare il messaggio diffuso ovunque, dalle scuole agli ospedali, in Paesi in cui non si può ancora contare sulla cassa di risonanza offerta da Internet:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


Ma non è detto che fede e scienza vadano d'accordo. E in ogni caso la scienza cerca di vedere chiaro nelle posizioni assunte per fede.

Così un gruppo di studiosi della Stanford University School of Medicine ha deciso di indagare se quel quasi miliardo e mezzo di dollari sia stato ben speso, cioè se promuovere astinenza e fedeltà sia un modo efficace per prevenire il contagio.
Hanno preso in considerazione quasi 500.000 persone in 22 Paesi, mettendo a confronto 14 Paesi dell'Africa sub-sahariana dei 15 dove sono stati distribuiti i fondi di PEPFAR e altri Paesi dove questi soldi non sono arrivati, e hanno scoperto che


    le iniziative in favore di astinenza e fedeltà non hanno avuto nessun impatto nel modificare i comportamenti individuali.


La conclusione è che quell'enorme quantità di fondi sarebbero stati utilizzati con maggior profitto se fossero stati spesi per altre iniziative di prevenzione - ad esempio per diffondere l'uso dei condom.

Oppure - ma questo non lo dicono i ricercatori di Stanford ed è un'idea mia - per aumentare la diffusione degli antiretrovirali.

Credo che questa ricerca dovrebbe essere un monito non solo a quei cattolici che continuano ad andare in Africa a promuovere castità e fedeltà, ma anche ai negazionisti della PrEP, che basano le loro argomentazioni contro la via farmacologica alla prevenzione sull'invito a modificare i comportamenti sessuali.

La scienza va da un'altra parte. Se si continuano a seguire ideologie antiscientifiche, forse si guadagna il paradiso, ma si contribuisce certamente alla diffusione del virus.





Fonti:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 5 maggio 2016, 18:54 
Non connesso

Iscritto il: martedì 29 dicembre 2015, 19:10
Messaggi: 97
Queste foto mi trasmettono una immane tristezza....


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 5 maggio 2016, 19:20 
Non connesso

Iscritto il: domenica 26 ottobre 2014, 15:42
Messaggi: 6030
Ormai di tutti questi "santi" (Padre Wojtyla, Padre Pio, Madre Teresa di Calcutta, ecc...) stanno uscendo fuori le tristi realtà dei fatti. Peccato che le conseguenze di tutto ciò le paga la gente innocente, e ancor di più se ci mettiamo sopra il potere dell'occidente.

_________________
CIAO GIOIE


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 6 maggio 2016, 13:04 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 5354
In un mondo coerente con le loro fantasie, ovviamente funzionerebbe.
In un mondo coerente con le loro fantasie, il mondo come lo conosciamo non esisterebbe e basta.
Peccato che le loro fantasie non funzionino neppure con “loro”, ché sono i primi a trasgredire a 360° i loro precetti “morali”, si tratti di soldi, di sesso, di religione.

E il punto è sempre lo stesso: ognuno di noi deve avere il diritto di vivere le proprie fantasie, al limite di vivere nelle proprie fantasie, ma la società ha il diritto e il dovere di essere organizzata seguendo il principio di realtà, non le fantasie una volta ultraterrene, una volta terrenissime, del posseduto di turno dal demone della religione o dell’ideologia…


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 6 maggio 2016, 13:43 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6306
uffa2 ha scritto:
In un mondo coerente con le loro fantasie, ovviamente funzionerebbe.
In un mondo coerente con le loro fantasie, il mondo come lo conosciamo non esisterebbe e basta.
Peccato che le loro fantasie non funzionino neppure con “loro”, ché sono i primi a trasgredire a 360° i loro precetti “morali”, si tratti di soldi, di sesso, di religione.

E il punto è sempre lo stesso: ognuno di noi deve avere il diritto di vivere le proprie fantasie, al limite di vivere nelle proprie fantasie, ma la società ha il diritto e il dovere di essere organizzata seguendo il principio di realtà, non le fantasie una volta ultraterrene, una volta terrenissime, del posseduto di turno dal demone della religione o dell’ideologia…

Non illudiamoci che persone così prendano atto del fatto che la realtà non funziona come loro vogliono che funzioni.
Magari fra qualche generazione chiederanno scusa ... :?

Nel frattempo, rendiamoci conto che i negazionisti della PrEP sul genere della Iardino ragionano allo stesso modo: dato che il mondo deve andare come dico io, che ho la verità in mano e chisseneimporta se la scienza e l'esperienza hanno smentito la mia verità, allora ti impedisco di avere accesso a un farmaco che ti eviterebbe di infettarti, perché devi conformarti a come io penso tu ti debba comportare.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 7 maggio 2016, 17:07 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: lunedì 26 novembre 2007, 0:07
Messaggi: 5354
Dora ha scritto:
Magari fra qualche generazione chiederanno scusa ...
"scusa" is the new black: fa fine e non impegna. Invece, guardare in faccia la realtà e ammettere che è un po' lontana dai tuoi desideri è un poco fastidioso...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: domenica 15 maggio 2016, 11:21 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6306
Immagine

Da "Vota Peppa Pig": la lista della maialina per difendere le famiglie


Ieri, per preparare un brevissimo intervento in una discussione su Facebook, ho ritrovato un documento ufficiale della Chiesa Cattolica del 2003 in cui si ripropone la "turbocazzola di ordine subatomico" (cit. JD, No alle pseudoscienze) secondo cui il condom non è efficace a impedire il contagio, perché il virus riesce a passare attraverso i micropori del lattice.
Non credo sia la fonte originaria, ma è pubblicato nel sito del Vaticano, quindi lo segnalo qui a futura memoria per chi non è disposto a dimenticare da dove vengono certe baggianate: è il paragrafo dedicato a



di una "riflessione di Sua Eminenza il Card. ALFONSO LÓPEZ TRUJILLO, Presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia", dedicata a I VALORI DELLA FAMIGLIA E IL COSIDDETTO SESSO SICURO.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 2 giugno 2016, 5:52 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6306
Immagine

QUANDO IL NEGAZIONISMO ARRIVA AL CUORE DEL POTERE

Un report pubblicato martedì dal Russian Institute for Strategic Research (RISR), un comitato di esperti creato nel 2012 dal governo russo, sostiene che la diffusione dell'HIV in Russia è causata dai condom e che le [spaventose: 2 milioni entro il 2020] stime sul dilagare dell'infezione nel Paese sono propaganda occidentale, parte della guerra di informazioni che l'Occidente sta conducendo contro la Santa Madre Russia.

Il vice capo dell'organizzazione governativa, Tatyana Guzenkova, ha dichiarato alla stampa che ci sono due modi per combattere l'HIV - quello occidentale e quello russo. Mentre quello occidentale dimostra "disinteresse nei confronti delle sensibilità nazionali ed è troppo centrato su alcuni gruppi a rischio come i tossicodipendenti e le persone LGBT", quello russo "tiene conto delle caratteristiche culturali, storiche e psicologiche della popolazione russa ed è concentrato sui valori tradizionali".

Secondo gli esperti putiniani, poiché la promiscuità e l'omosessualità sono la causa del diffondersi dell'infezione, il modo per fermarla è fare ricorso ai "valori tradizionali". È la disponibilità dei condom ciò che incoraggia i giovani a fare sesso, quindi ciò che aumenta il rischio di infettarsi.
E naturalmente i condom sono disponibili perché chi li produce ha interesse a venderli e l'industria del porno ha bisogno di aumentare i propri clienti e quindi incoraggiano le persone a fare sesso.

Il modo migliore per proteggersi dall'infezione - dicono gli esperti russi - è di "vivere in una famiglia eterosessuale, in cui entrambi i partner sono fedeli l'uno all'altro".


Fonti:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 25 agosto 2017, 16:44 
Non connesso

Iscritto il: martedì 7 luglio 2009, 10:48
Messaggi: 6306
Immagine


*ASTINENZA SOLO FINO AL MATRIMONIO* - PROGRAMMI NON SOLO INEFFICACI, MA NON ETICI

I programmi AOUM (Abstinence-Only-Until-Marriage) volti a insegnare ai giovani l'astinenza e a differire il momento dell'inizio del sesso, se possibile fino al matrimonio, sono molto in voga negli Stati Uniti e sono stati ampiamente finanziati dai diversi governi a partire dagli anni '80 del secolo scorso. Se in teoria potrebbero anche funzionare, nella pratica sono però un fallimento: non soltanto non preparano i giovani ad evitare gravidanze indesiderate, ma non insegnano neppure loro a proteggersi da infezioni trasmesse sessualmente.
Questi, programmi inoltre, sostenendo una visione del matrimonio monogamo ed eterosessuale come l'unico modello appropriato di relazione sessuale, si configurano come chiaramente non etici, poiché violano i diritti umani degli adolescenti, impedendo loro l'accesso a informazioni mediche corrette, stigmatizzando o escludendo molti giovani (i giovani LGBT, ma anche le ragazzine che hanno avuto una gravidanza o che sono state violentate), rinforzando gli stereotipi di genere e danneggiando i progetti "laici" di salute pubblica, che si rivolgono a tutti gli adolescenti senza discriminarli, che tengono realisticamente conto dei loro comportamenti e che si sono già dimostrati efficaci sia nella prevenzione di gravidanze precoci, sia nella riduzione di comportamenti sessuali rischiosi.

La Society for Adolescent Health and Medicine (SAHM) pubblica in questi giorni sul Journal of Adolescent Health Abstinence-Only-Until-Marriage Policies and Programs: An Updated Position Paper of the Society for Adolescent Health and Medicine - una review sulle evidenze scientifiche disponibili, che aggiorna una già pubblicata nel 2006 e un conseguente position paper emesso dalla SAHM.


    Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 9 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010